“Signora c’è  un problema con suo figlio. Deve nascere oggi.”

Queste sono le parole che a volte si sentono pronunciare durante quella che sembrava essere una normale visita di controllo. O quando per tutta la giornata non hai sentito tuo figlio muoversi dentro di te, e preoccupata hai deciso di chiedere consiglio al tuo medico. Quelle parole scandiscono il momento in cui tutto cambia. In cui la preoccupazione più grande non è più il colore delle tutine o scegliere il biberon perfetto. In un secondo tutto ciò che conta è confinato all’interno di una piccola incubatrice che tiene in vita il tuo bambino.

Tutto questo capita ogni giorno, una volta su dieci.

“Uno su dieci” è il titolo del libro scritto da Samantha Errani, un’infermiera pediatrica che negli ultimi 6 anni ha lavorato in una terapia intensiva neonatale londinese.

Samantha, Sam, è mamma di 3 bambini: Lorenzo, 3 anni; Luca, 2 anni; Leonardo, 5 mesi (24/12/2019) un bimbo molto speciale, nato con una sindrome genetica rara.

Sam, da infermiera pediatrica di terapia intensiva neonatale presso il St. George’s Hospital di Londra, ma soprattutto come mamma di un bambino nato con una sindrome genetica rara, ha vissuto l’esperienza della terapia intensiva sia come professionista sanitario che come genitore (oltretutto nello stesso reparto in cui lavorava).

Uno su dieci” è stato scritto per tutte quelle coppie che sono in dolce attesa in modo da poterli, aiutare genitori e famiglie, nella cura del neonato e bambino. Il titolo si riferisce al numero di bambini che nascono prematuri. Un numero decisamente alto che la maggior parte delle persone sicuramente ignora.

Il libro della Errani è una guida che spiega in modo semplice e comprensibile a tutti come affrontare l’esperienza di terapia intensiva neonatale, contiene anche le testimonianze di mamme e colleghe che ha incontrato durante la sua carriera al fine di rendere consapevoli  i genitori per vivere l’esperienza di terapia intensiva con meno stress.

Samantha Errani è appena rientrata da Londra dopo tanti anni, e vive a San Benigno Canavese, in provincia di Torino e questo non le ha impedito di continuare ad aiutare le persone, sulla pagina Facebook Better Call Sam o su Instagram, _bettercallsam_! dove Sam fa spesso dirette con altri professionisti della salute, esperti di manovre di primo soccorso, mamme con bambini malati e tanto altro per aiutare i genitori  trattando i più disparati argomenti.

Il libro è disponibile su Amazon

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento
Inserisci il tuo nome