L’estate è ormai agli sgoccioli: mentre ci godiamo gli ultimi caldi settembrini cominciamo a predisporci mentalmente e fisicamente al cambio di stagione e alla ripresa della solita routine.

Anche se non ce ne rendiamo conto, il nostro corpo- in questo momento di transizione da una stagione all’altra- è messo sotto stress per diversi motivi, tra cui le brusche variazioni climatiche e il ritorno dalle vacanze. Spesso affrontiamo questo periodo fisicamente stanchi e provati dopo aver vissuto pienamente la dinamicità della stagione estiva.

Esiste una vera e propria “sindrome del cambio di stagione” che non è però una malattia dal punto di vista clinico, bensì un insieme di disturbi che si manifestano nel passaggio da una stagione all’altra. I sintomi sono sia di origine fisica (mal di testa, insonnia, dolori articolari e difficoltà digestive), sia psicologici, come nervosismo, malinconia, tristezza, ansia, aumento dello stress.

Come prepararsi all’autunno

E’ fondamentale scegliere accuratamente il cibo da consumare, perché alcuni alimenti più di altri  garantiscono energia e micronutrienti essenziali per far funzionare meglio gli ingranaggi del nostro corpo. Abbondiamo quindi con frutta e verdura di stagione. L’alimentazione, inoltre, può aiutare anche l’umore e favorire il riposo. Per questo sono particolarmente consigliati i cereali integrali, i legumi e altri alimenti ricchi di triptofano (un amminoacido essenziale per la sintesi dell’ormone della felicità, la serotonina).

L’importanza del riposo notturno

Per recuperare le energie e affrontare al meglio le giornate lavorative è bene riposarsi e dormire. L’ideale è di farlo almeno otto ore al giorno: in questo modo il nostro sistema circadiano riesce a mantenersi in equilibrio e non accuseremo la stanchezza durante il giorno. Evitiamo l’utilizzo di dispositivi tecnologici prima di addormentarci, scegliamo un bel libro per rilassarci oppure facciamo un bagno caldo. Possono aiutarci anche le tisane calde o mangiare qualche acino di uva prima di andare a letto (pare che la buccia sia ricca di melatonina).

Non abbandoniamo le buone abitudini estive di fare sport o passeggiare all’aria aperta. In questo modo il nostro fisico riuscirà a ridurre i livelli di stress provocati anche dal rientro al lavoro o a scuola.

Ricordiamoci sempre di dedicare un po’ di tempo a noi stessi e alla famiglia, pensiamo ad esempio a qualche giorno di relax o gite fuori porta per staccare dalla routine giornaliera.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un tuo commento
Inserisci il tuo nome